Comunità Mami

MAMI
Comunità alloggio
Mamma – Bambino

La comunità alloggio “MAMI” accoglie i nuclei mamma-bambino.

È nata con l’obiettivo di sorreggere il nucleo familiare per migliorare la relazione affettiva madre-figlio, nella continua ricerca di riconoscimento e rispetto dei bisogni di entrambi, e con l’obiettivo di sviluppare un livello adeguato di autonomia da parte della madre attraverso l’apprendimento di competenze personali e sociali, che permettano l’autogestione di sé e dei propri figli.

In collaborazione con i Servizi Sociali, la comunità, ha l’obiettivo di far emergere e comprendere le varie problematiche che le donne con i loro bambini vivono, per cercare di essere d’aiuto e di supporto al loro superamento.

Inoltre “MAMI” si propone di attuare, una serie di strategie specifiche, sia al momento dell’inserimento della mamma con il figlio, sia durante la loro permanenza.

Comunità alloggio MAMI:

Una casa per essere famiglia

Un programma di integrazione sociale

Un punto di partenza

Cooperativa Sociale Cerchioaperto

4

SOCI

2

CASE ALLOGGIO

16

CORSI ATTIVATI

4

ANNI DI ESPERIENZA

La Cooperativa sociale “Cerchioaperto” ha come obiettivo il sostegno, l’aiuto e la cura degli ospiti nelle sue Comunità in vista della realizzazione, nei tempi previsti, dei progetti elaborati in accordo con i Servizi Sociali. L’esperienza che la Cooperativa “Cerchioaperto” ha maturato in campo educativo ha fatto emergere come le realtà famigliari problematiche e disagiate causino e siano anche originate da difficili relazioni genitori-figli. Da qui è nata l’idea della comunità che accoglie i nuclei mamma-bambino, denominata MAMI, creata con l’obiettivo di sorreggere il nucleo familiare per migliorare la relazione affettiva madre-figlio, nella continua ricerca di riconoscimento e rispetto dei bisogni di entrambi, e con l’obiettivo di sviluppare un livello adeguato di autonomia da parte della madre (nell’ottica di una progressiva indipendenza dai circuiti assistenziali) attraverso l’apprendimento di competenze personali e sociali, che permettano l’autogestione di sé e dei propri figli.

In collaborazione con i Servizi Sociali, la comunità, ha l’obiettivo di far emergere e comprendere le varie problematiche che le donne con i loro bambini vivono, per cercare di essere d’aiuto e di supporto al loro superamento.

Inoltre MAMI si propone di attuare, nella quotidianità e nelle varie attività della persona, una serie di strategie specifiche, sia al momento dell’inserimento della mamma con il figlio, sia durante la loro permanenza. Si offrono alla mamma degli input finalizzati al cambiamento ed al recupero delle capacità genitoriali e vengono valutate le risposte date ed i loro tempi. Questa valutazione riguarda la relazione mamma-bambino e tutte le variabili che caratterizzano e contraddistinguono questo rapporto.

La comunità Alloggio MAMI in linea con gli obiettivi generali della Cooperativa Sociale “Cerchioaperto”, si pone come obiettivi specifici l’aiuto, il sostegno e la cura degli ospiti.

Si offrono, alle mamme in difficoltà, accoglienza ed aiuto, accompagnamento e sostegno, per superare la situazione di disagio che stanno vivendo e per supportarle ai fini di un’autonomia per sé e per i figli, oltre

Obiettivi per la madre

  • Costruire con la mamma un ambiente sereno, accogliente e famigliare.
  • Preservare l’”intimità” della mamma e del bambino, rafforzando il legame col figlio.
  • Acquisire capacità e competenze genitoriali ed interiorizzare l’identità di madre.
  • Costruire un profilo anamnestico della coppia mamma-bambino.
  • Promuovere la salute psico-fisica ed il benessere generale della persona. L’esperienza ha portato gli operatori alla convinzione che il recupero del benessere fisico sia la base per aiutare mamma e bambino a raggiungere sicurezza e padronanza del proprio io, permettendo loro di sviluppare le proprie potenzialità.
  • Incoraggiare e ricostruire i legami di fiducia negli altri e di amicizia.
  • Rivalutare se stessa come persona che possiede un valore intrinseco ed ineliminabile.
  • Supportare le mamme allo studio, intervenendo relativamente ai percorsi scolastici interrotti e a quelli che si vogliono proseguire e supportarla all’orientamento ed all’inserimento nel mondo del lavoro.
  • Prendere coscienza della propria situazione di vita, per progettare un percorso evolutivo attraverso colloqui educativi mirati e costanti, attraverso bilanci di competenze ed incontri valutativi e progettuali.
  • Sollecitare all’autonomia nel rispetto dell’igiene personale e del figlio, nel gestire il denaro e la casa, nella preparazione e somministrazione dei pasti, nell’educazione del proprio figlio, nel rispetto dei ritmi della giornata e della vita.

Obiettivi per il minore

  • Promuovere la salute psico-fisica ed il benessere generale del bambino, nella relazione genitoriale e con altri adulti di riferimento.
  • Incoraggiare il legame di fiducia con la mamma e sostenere la relazione mamma-bambino per sollecitare la consapevolezza e il cambiamento intenzionale del sé.
  • Occuparsi del bambino quando la mamma lavora, relativamente a tutto ciò che comporta aiutarlo a crescere sereno e autonomo.
  • Curare la relazione con la scuola, per garantire al minore tutto il supporto necessario per un’efficace frequenza scolastica significativa.
  • Prendersi cura dei bimbi in difficoltà, realizzando proficue sinergie con scuole, servizi sociali, servizi per bambini.

La comunità alloggio “MAMI” è un servizio sociale (attivo 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno) che con azioni educative si adopera per dare una risposta ai bisogni di accoglienza e di socializzazione di tutti gli utenti in stato di disagio affettivo e relazionale. Il nostro lavoro consiste nel diventare intermediari tra gli utenti e la società mediante attività di promozione sociale e relazionale. Attraverso i nostri interventi, cerchiamo di aiutarli a migliorare il loro benessere, sostenerli nel loro processo di autonomia e responsabilizzazione e infine migliorare la relazione tra loro e la società circostante. Il nostro compito è quello di trasmettere, attraverso il vivere comune e la quotidianità, la sensazione di presa in carico di loro stessi cercando di infondere il senso di appartenenza e accoglienza affettiva al luogo e al gruppo, mediante lo sviluppo della cura di sé, la cura dell’habitat, la gestione delle proprie cose, le attività ricreativo-sportive e il sostegno scolastico e/o lavorativo. Attraverso un’intensa relazione tra l’educatore e il singolo utente o tra l’educatore e il gruppo, li aiutiamo ad esprimere le proprie emozioni: paura, rabbia, senso di abbandono, mancanza di autostima, vergogna, insicurezza.

Da quanto detto, ne deriva che l’impostazione del nostro lavoro è orientata verso:

  • la valorizzazione delle potenzialità di ciascun utente;
  • l’acquisizione di elementi che portino ad una sempre maggior autonomia;
  • l’ampliamento delle possibilità relazionali dell’utente;
  • l’interazione attiva con il contesto del territorio.

Responsabile:
Coordina il personale negli interventi, prendendo parte alla pianificazione e definizione delle strategie e delle modalità d’intervento, e alla verifica e controllo dei programmi attuati. Si occupa delle attività, della loro programmazione, della loro organizzazione interna.

Educatori:
Indispensabile componente “residenziale” della Comunità, sono gli educatori che, nell’ambito della progettazione generale, danno concreta realizzazione ai progetti educativi fissati.
Gestiscono anche gli aspetti concreti della vita di comunità. Gli educatori sono figure che hanno un forte valore pedagogico, perché operano per promuovere la crescita evolutiva degli ospiti, per aiutarli a raggiungere un più adeguato rapporto con se stessi, con gli altri e con l’ambiente.


Assistente Sociale:
cura i rapporti con l’esterno, i legami con la comunità locale, i rapporti con la famiglia e con gli enti territoriali; interviene nella definizione dei progetti educativi.

Psicologo:
attua colloqui individuali e di gruppo con i minori, prende parte alle riunioni di equipe e quelle con gli enti esterni alla comunità.

Psicoterapeuta-Coordinatore:
Supervisione agli educatori. Coordina le attività educativa, curando le relazioni con l’esterno, i legami con il territorio e con la comunità locale, partecipa alla definizione dei programmi educativi.

Figure Ausiliari:
il personale ausiliario si accosta alla figura degli educatori, supportandoli negli aspetti materiali della vita della comunità, curando l’organizzazione, la pulizia, l’igiene e l’ordine degli spazi.

Altre figure:

  • Tirocinanti
  • Volontari

La struttura è situata a pochi minuti dal centro città, nei pressi di campetti sportivi e spaziose pinete, dove mamme e bambini possono effettuare passeggiate all’aria aperta e intrattenersi nelle aree giochi attrezzate.

Tale posizione, molto comoda ai mezzi pubblici (le cui linee più vicine sono: 1,2,6,8), consente di raggiungere ogni parte del territorio cittadino.

La comunità stessa inoltre dispone di un ampio terrazzo privato, ornato con piante e fiori, in cui gli ospiti possono trovare serenità e tranquillità all’aperto. Si cerca continuamente di far sì che l’ambiente interno ed esterno sia il più sano e semplice possibile. All’aperto si svolge attività di giardinaggio nel senso più ampio del termine, in quanto si ritiene sia importante per il nucleo mamma-bambino vivere in un ambiente dove i ritmi di vita seguano quelli della natura.

Dal punto di vista strutturale, la Comunità “MAMI” è una casa singola con tutti i requisiti di una normale abitazione, affinché mamma e figli possano ritrovare un ambiente famigliare in cui vivere sia la dimensione relazionale della vita comunitaria sia quella più privata, intima e affettiva. Il servizio accoglie cinque utenti più due in emergenza.

La casa è disposta su più piani:

Al primo piano una sala comune nella quale gli ospiti possono incontrarsi, socializzare, guardare la TV, consumare talvolta un pasto insieme, e dove i bambini possono intrattenersi giocando col materiale preparato appositamente per loro ed uno spazio esterno e ben curato ed attrezzato con giochi per bambini ed intrattenimento. Ai piani superiori le camere da letto con i servizi igienici e un ampio spazio dove poter stendere i panni. Al primo piano inferiore c’è un salone adibito a sala giochi per i bambini, attrezzata con vari materiali e spazi ludici. In questo salone si effettuano anche attività laboratoriali per mamme e bambini.

SCARICA LA CARTA SERVIZI

Nella carta servizi potrete trovare tutte le info dettagliate riguardo la comunità-alloggio Mamma – Bambino MAMI.

dicembre 21

Siamo on-line!

Siamo felici di condividere con tutti voi questo momento! Dopo il nuovo logo e la nuova veste grafica, oggi prende vita il nostro sito internet, una nuova casa per tutte le nostre idee  ed i nostri progetti, ma soprattutto un posto dove gli utenti potranno trovare risposte ad eventuali domande ma soprattutto mettersi direttamente in contato con […]

Continua a leggere